Ordine, Galimberti a Dini (Condé Nast): Marketing e pubblicità non possono sostituire il lavoro giornalistico

Richiamo del presidente dell’Odg Lombardia al direttore editoriale del gruppo. No attività redazionale a blogger e influencer non giornalisti

DINI-Luca-7b
Luca Dini, direttore editoriale di Condé Nast Italia

“Il rapporto di lealtà con il lettore, prima ancora che il rispetto sostanziale della legge, impedisce la sostituzione clandestina di giornalisti con figure diverse e funzionali a meri progetti di marketing. E il direttore di testata che avalla tali piani ha una piena responsabilità etica, deontologica e giuridica, che condivide con il direttore editoriale”.

È questo il richiamo pronunciato dal presidente dell’Ordine dei giornalisti lombardi, Alessandro Galimberti, nei confronti di Luca Dini, giornalista professionista e direttore editoriale di Condé Nast, convocato nella sede dell’Ordine in via Antonio da Recanate, dopo una serie di segnalazioni di lamentate irregolarità nell’assegnazione e nella turnazione di ruoli giornalistici all’interno del gruppo editoriale.

Continua a leggere

Annunci