La “freddezza” di Lorusso con le radio-tv locali: tre indizi fanno una prova?

di Sergio Stella

Hanno abbozzato tutti. Nessuno ha intenzione di protestare ufficialmente. Ma i mugugni e i malumori serpeggiano, nel mondo delle radio-tv locali, verso quella che i più gentili definiscono “freddezza” nei loro confronti da parte del segretario generale della Fnsi, Raffaele Lorusso. Nei confronti dei giornalisti, che da 16 anni fanno i conti con un contratto depotenziato, fortemente voluto dall’allora numero uno del Sindacato, Paolo Serventi Longhi, nonostante le perplessità interne alla sua maggioranza e l’opposizione pubblica della Lombarda, ovvero la maggiore associazione regionale della Federazione. E nei confronti delle aziende che quel contratto hanno firmato attraverso l’associazione AerAnti-Corallo.

Una “sensazione” di scarsa attenzione e di mancanza di interesse, da parte di Lorusso, che troverebbe fondamento in tre diversi indizi che – come si sa – quasi sempre fanno una prova. Proviamo a metterli in fila?

Continua a leggere

Annunci

Antenna Sicilia al capolinea, ma i sindacati non si arrendono e denunciano il gruppo Ciancio

imageStop ai Tg di Antenna Sicilia. I telegiornali della più seguita emittente dell’Isola da oggi non andranno più in onda. Ieri sera all’Ufficio provinciale del Lavoro di Catania si è infatti conclusa la procedura che ha portato al licenziamento di 16 tra giornalisti, tecnici e amministrativi con il conseguente azzeramento della redazione giornalistica.

I licenziamenti sono stati contestati e giudicati illegittimi dai sindacati Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Associazione siciliana della stampa che hanno denunciato l’azienda Sige del gruppo Ciancio per comportamento antisindacale.

Continua a leggere

Licenziamenti Antenna Sicilia, i giornalisti La Sicilia sconcertati dalle scelte del gruppo Ciancio: offensive per il quotidiano e la sua tv

imagePubblichiamo il comunicato approvato ieri all’unanimità dall’assemblea dei giornalisti de La Sicilia sulla vicenda di Antenna Sicilia (leggere quiqui), la storica emittente del quotidiano del gruppo Ciancio, in cui si esprime “sconcerto” per la decisione di azzerarre la redazione giornalistica e di procedere al licenziamento di 16 tra giornalisti, tecnici e amministrativi” e “preoccupazione” per gli scenari che si aprono. Solidarietà e sostegno concreto ai colleghi della tv.

I giornalisti de “La Sicilia” prendono atto con sconcerto della decisione di Sige di azzerarre la redazione giornalistica di Antenna Sicilia e di procedere al licenziamento di 16 tra giornalisti, tecnici e amministrativi.

Il rifiuto della mediazione dell’assessore regionale al Lavoro, e il rigetto della proposta di “working buyout” presentata dai tecnici dei sindacati e dei lavoratori, ritenuta dall’azienda inaccettabile, aprono scenari di gravissima preoccupazione.

Continua a leggere

Antenna Sicilia, confermati i 16 licenziamenti. Le denunce dell’Assostampa, in campo anche nove deputati Pd

image
Pippo Baudo annuncia la nascita di Antenna Sicilia (1979)

Niente Tg e programmi di intrattenimento da metà settembre e licenziamento per 16 tra giornalisti e tecnici. L’annuncio da parte dell’azienda è arrivato a inizio luglio a dipendenti e sindacati di Antenna Sicilia, storica emittente privata di Catania di proprietà del gruppo Ciancio (editore de La Sicilia), tenuta a battesimo da Pippo Baudo 36 anni fa e ancora oggi la più seguita tra le tv siciliane.

Dopo settimane di trattative sindacali, oggi è arrivata la rottura del tavolo, con il rinvio del confronto all’ufficio provinciale del Lavoro di Catania. Anche se con ogni probabilità sarà prima l’assessore regionale a convocare le parti, come richiesto dai sindacati

Continua a leggere