Il cda dell’Inpgi si costituisca parte civile nel processo contro i Magnoni a tutela del patrimonio della cassa. Altrimenti, facciamolo noi!

La prima udienza è stata fissata per l’8 gennaio 2015: quel giovedì mattino si darà il via al processo con rito immediato per Giorgio e Luca Magnoni, padre e figlio a capo della finanziaria Sopaf, nel procedimento per truffa ai danni di alcuni istituti di previdenza, tra i quali l’Inpgi di noi giornalisti (in particolare la gestione separata, l’Inpgi 2, a cui sono iscritti collaboratori e freelance) per una somma pari a 7,6 milioni di euro. Il rito immediato è stato chiesto dagli inquirenti, e in genere viene proposto quando la Procura ha la convinzione di aver raggiunto la prova del reato.

Non è un caso, dunque, se i Magnoni – come hanno fatto sapere i loro avvocati – stiano pensando di ricorrere al patteggiamento, cioè alla richiesta di una condanna più lieve evitando soprattutto la “discovery” del dibattimento

Continua a leggere