Unci e Fnsi al Giardino della Memoria

Il presidente della Fnsi, Giuseppe Giulietti, ha partecipato lunedì 19 giugno a Palermo alla presentazione del depliant informativo dedicato al Giardino della Memoria e curato dall’Unione nazionale cronisti italiani. L’incontro si è svolto nella sala convegni dell’Associazione siciliana della Stampa.

Al termine dell’incontro Giulietti ha raggiunto il Giardino della Memoria dove è stato accolto dal presidente nazionale dell’Unci, Alessandro Galimberti, dal vice-presidente nazionale, Leone Zingales, e dal presidente regionale dell’Unci, Andrea Tuttoilmondo.

L’evento si è aperto con l’intervento di Tuttoilmondo, il quale ha sottolineato che «la pubblicazione del depliant sancisce in maniera definitiva l’essenza del Giardino, divenuto un punto di riferimento per il Paese». Il Segretario regionale dell’Assostampa, Alberto Cicero, ha osservato che «il Giardino deve essere considerato patrimonio di tutti i siciliani che hanno a cuore la legalità».

Per il Vice-Presidente nazionale dell’Unci, Leone Zingales – che ha ringraziato l’associazione nazionale magistrati cogestore dell’appezzamento della borgata di Ciaculli – “la pubblicazione del depliant rappresenta un ulteriore passo nel progetto ‘legalità’ portato avanti dall’Unci dal 2004 ad oggi. Il depliant sarà uno strumento didattico soprattutto. Un compagno di viaggio per le scuole e per i visitatori del Giardino che avranno a disposizione una guida per conoscere la storia del sito e comprendere le ragioni dei cronisti e dei magistrati che si sono intestati questa battaglia di legalità in una zona di Palermo ad alta densità mafiosa”.

Il Presidente della Fnsi, Giuseppe Giulietti, ha detto che “tutto quello che è stato fatto dall’Unci nel nome della legalità è un esempio da seguire non solo a livello locale ma a livello nazionale. Il Giardino della Memoria ormai è patrimonio nazionale. La Fnsi da oggi sarà costantemente al fianco dell’Unci sul terreno di tutte le iniziative che hanno per tema la legalità. Lo è stata in passato, vicina all’Unci, ma da oggi lo sarà ancora di più”.

All’incontro di Palermo hanno partecipato anche i componenti del Consiglio direttivo regionale dell’Unci: Daniele Ditta, Francesco Nania, fiduciario della sezione di Siracusa, e Gioia Sgarlata. Presenti, tra gli altri, Roberto Ginex, segretario provinciale dell’Assostampa; Massimo Bellomo, vice-segretario regionale dell’Assostampa; Luigi Ronsisvalle, consigliere nazionale Fnsi; Riccardo Arena, presidente regionale dell’Ordine dei giornalisti. Ha concluso l’evento palermitano Fulvio Alfano, il figlio minore di Beppe, cronista ucciso nel 1993: “Le iniziative che l’ Unci ha sviluppato negli ultimi anni tra Giardino e Giornata della Memoria sono per noi fondamentali punti di riferimento nel ricordo di nostro padre”.

Il depliant è composto da 4 facciate e all’interno è descritto, con interventi di Alessandro Galimberti, Leone Zingales e Andrea Tuttoilmondo, il percorso storico del sito che vede impegnate dal 2004 l’Unci e l’Associazione nazionale magistrati sul tema della legalità. Le immagini del depliant sono del fotografo Igor Petyx che ha seguito quasi tutte le tappe che hanno riguardato le visite istituzionali e le piantumazioni.

La giornata palermitana di Giulietti è proseguita proprio al Giardino della Memoria dove il Presidente della Fnsi ha reso omaggio alle vittime della mafia. Con lui, tra gli altri, Galimberti, Zingales, Tuttoilmondo, Cicero, Arena e Ronsisvalle.

Il Presidente dell’Unci, Alessandro Galimberti, ha ricordato l’alto valore simbolico del Giardino e sottolineato che la sua funzione oggi è rivolta soprattutto a formare le nuove generazioni, e in particolare le scolaresche, che non hanno vissuto quella stagione di soprusi ma che proprio per questo “dall’esempio di rettitudine e coraggio di giornalisti, magistrati, servitori dello Stato, sindacalisti e comuni cittadini caduti sotto i colpi della prepotenza mafiosa devono trovare le ragioni di un vivere civile e sociale improntato ai valori di lealtà e rispetto, in una parola di democrazia”.

Leone Zingales, infine, ha annunciato la data della prossima piantumazione al Giardino della Memoria di Palermo: 3 settembre 2017. “Quel giorno – ha anticipato il vicepresidente dell’Unci – dedicheremo un albero al generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, alla giovane moglie e all’agente di polizia Domenico Russo, tutti trucidati nella strage di via Carini del 3 settembre 1982”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...