“Da giornalista a giornalista”. Lettera di 52 colleghi della Cairo sulle pensioni Inps-Inpgi al Cda dell’Istituto: “Evitate una grave ingiustizia”

inpgi.jpg_694560180“Evitate questa grave ingiustizia“. L’appello arriva in una lettera aperta firmata da 52 colleghi di Cairo Editore ed Editoriale Giorgio Mondadori inviata questa mattina ai giornalisti eletti nel Consiglio di amministrazione dell’Inpgi e, per conoscenza, al Collegio sindacale. Una lettera “da giornalista a giornalista” in cui si punta l’attenzione in particolare su un punto della riforma delle pensioni (leggi qui) che il Cda dell’Istituto si appresta a varare nella riunione del prossimo 28 settembre: la cancellazione della possibilità di sommare i contributi versati all’Inps per raggiungere i requisiti per la pensione Inpgi (legge Vigorelli).

Ecco il testo completo della lettera, con i nomi dei 52 colleghi che l’hanno sottoscritta a cui tutti noi di Unità Sindacale aderiamo.

LETTERA APERTA
DA
GIORNALISTA A GIORNALISTA

Caro/a collega

in questi giorni stai per approvare la nuova riforma dell’Inpgi. 

Da quanto si è potuto capire, leggendo alcune anticipazioni di stampa, le modifiche previste all’attuale normativa saranno assai pesanti per tutta la categoria e, in particolare, penalizzanti per molti di noi. Ci riferiamo a quei colleghi a cui mancano pochi anni per andare in pensione e alle cosiddette pensioni miste Inpgi-Inps.

La modifica dell’articolo 4, comma 6, dell’attuale Regolamento dell’Inpgi riguarda la norma che permette, in base alla legge Vigorelli del 1955, di conteggiare i contributi versati all’Inps per avere diritto alla pensione. Una previsione utilizzata per raggiungere i requisiti di anzianità (i 35 o i 40 anni). In base all’ipotesi di riforma in approvazione, dal 1° gennaio del 2017, questa norma non si potrà più applicare. E vi si potrà accedere solo riscattando gli anni Inps con somme esorbitanti.

Molti di noi prima di essere giornalisti professionisti hanno fatto lavori diversi o sono stati grafici, segretari di redazione, redattori, pubblicisti in attesa di vedersi riconosciuto il praticantato per poi fare l’esame di Stato e diventare professionisti. Hanno lavorato e versato i loro contributi all’Inps nella convinzione di poterli in futuro sommare a quelli dell’Inpgi. Invece si vuole stravolgere questa norma giusta, che prevede di ottenere due pensioni pro quota da Inpgi e Inps, tirando in ballo una nuova interpretazione della legge Vigorelli, secondo alcuni mal “tradotta” nel Regolamento dell’Istituto.

Così con una genialata da “Azzeccagarbugli” si manderebbero all’aria anni di lavoro (alcuni di noi hanno fino a 22 anni di contribuzioni Inps) e molti di noi si vedrebbero costretti a lavorare ancora 8 anni (chi ha 59 anni) o 10 anni (se ne ha 57 di anni) per maturare il diritto e senza alcuna possibilità di anticipo con penalizzazione.

Confidiamo nel tuo impegno per evitare questa grave ingiustizia.

I colleghi della Cairo Editore e dell’Editoriale Giorgio Mondadori:

Antonio Lopez, Isabella Vergara Caffarelli, Pietro Cozzi, Laura Civinini, Silvia Gavino, Elisabetta Sampietro, Marco Sala, Claudio Nicchio, Roberta Granatelli, Stefano Negrini, Elena Magni, Francesca Cappellato, Cristina Ravanelli, Elisabetta Ranieri, Federica Brignoli, Elena Pepoli, Simona Fedele, Serena Viviani, Margherita Cavallini, Rubina Ghioni, Paolo Ferrari, Stefania Brusco, Manuela Stefani, Metello Venè, Francesca Romano, Fabrizio Reda, Filippo Cerrina, Giovanni Mariotti, Matteo Canè, Rossella Giarratana, Chiara Prazzoli, Sandra Minute, Carlo Migliavacca, Lara Leovino, Claudia Pavesi, Antonella Colicchia, Cinzia Toto, Diana De Marsanich, Laura Signoretti, Cristina Zaza, Fabiana Fruscella, Natalia Fedeli, Walter Corrado, Elisabetta Planca, Andrea Divo, Oliviero Marchesi, Rolando Repossi, Licia Spagnesi, Ivar De Mitri, Cinzia Cipolat, Alessandro Cassetta ed Eros Serra.

Annunci

2 pensieri su ““Da giornalista a giornalista”. Lettera di 52 colleghi della Cairo sulle pensioni Inps-Inpgi al Cda dell’Istituto: “Evitate una grave ingiustizia”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...