Dopo il Salvini Factor, arriva la Padania mascherata

di Sergio Stella

salvini factor2Dal Salvini Factor, il reclutamento di quelli “ bravi a scrivere”, a Il Populista, il passo è stato breve. Da domani, 5 maggio, sarà in rete il giornale “di area” leghista. E la Padania? E i suoi cassaintegrati?

Nell’anno della misericordia bergogliana, potrebbe esserci spazio anche per loro, secondo il codice del lavoro salviniano, con una piroetta da giurisprudenza del lavoro innovativa, la contrattazione collettiva che clona quella cinese: chiamate Alessandro Morelli (il bi-direttore, essendolo già Radio Padania, amico fidato del “Teo”), ha fatto sapere il commissario liquidatore Andrea Manzoni, mettetevi d’accordo con lui su pezzi e pagamenti. Da collaboratori occasionali, s’intende. Fine della trasmissione. E’ il liberismo, prezzi di mercato, ma con la vita degli altri.

L’accordo tradito della cigs. Oh bella. Ma non aveva sottoscritto proprio Editoriale Nord nel verbale d’accordo di cassa integrazione, di “segnalare i profili dei giornalisti sospesi in Cigs (…) qualora si verificassero in capo alle società collegate al partito politico di riferimento del giornale, esigenze di natura comunicativa”? Ah già, ma ragazzi, forse i vertici dell’Editoriale si sono mangiati l’accordo ed è rimasto tutto “verbale”. Insomma, aria fritta.

Nessuno ha infatti smentito repubblica.it (leggi qui) laddove, annunciando l’evento editoriale, si parla di una direzione responsabile, e che “ci lavoreranno una decina di persone, tutti collaboratori (per ora)”. E di smentita in smentita della smentita, vale la pena ricordare che ancora il liquidatore, alla notizia del Salvini Factor, si era premurato di far sapere ai vertici sindacali che lo avevano interrogato sull’iniziativa, che “dietro la campagna Salvini factor c’era solo una attività di marketing e non si prospettava alcuno spazio di lavoro giornalistico o di lavoro retribuito”.

La difesa? Senza contributi, non è organo di partito. Invece, ci sarà un giornale online, ma l’Editoriale Nord in fretta vuol chiudere la faccenda facendo credere che siccome “il giornale è privo di contributi pubblici”, siccome “in alcun modo potrà considerarsi (rispetto alla Padania, ndr) come una sua prosecuzione, oltre ad una differente organizzazione…. non sarà in alcun modo identificato come organo di partito della Lega Nord”.

Non somiglia forse al gioco dei “requisiti variabili”, del “non siamo stati mica noi ma è stato lui”, del gettare il macigno nello stagno della disoccupazione e poi tirar indietro la ruspa che ce l’ha gettato? Si è passati dal diritto del lavoro al tirar diritto dove vuole Editoriale Nord.

Verrebbe da dire che a essere in crisi non sono i giornali di partito, neanche i partiti, e nemmeno le ideologie, ma un certo tipo di democrazia e quindi tutte le sue garanzie di bilanciamento, in testa l’informazione. Non a caso è in crisi la libertà che viene dal lavoro, retribuito. Infatti sta sparendo, mentre non spariscono i vitalizi degli eletti.

Il Sindacato tace. La libertà suppone uomini liberi e, dunque, l’educazione. La democrazia è un contenitore: dipende da che cosa ci si mette dentro. I Greci parlavano di Paideia, per tirare fuori (e-ducare) uomini liberi. Sarà anche per questo che i politici che calcano le scene del Paese non mettono in testa né la cultura né l’educazione ma preferiscono puntare “alla pancia”?

Non serve più una classe dirigente ma dei buoni comunicatori affiancati da web master e specialisti in social network per traghettare il populismo informatico in democrazia e rappresentanza. Virtuale.

Chiamate Morelli, cari cassaintegrati, per scrivere qualche articolo da collaboratori occasionali, invita il commissario liquidatore del giornale in estinzione. E il Sindacato, che cosa fa? Per ora, sembra che qualche protesta sia arrivata via mail da parte di singoli esponenti. Ma i vertici della Federazione nazionale della stampa italiana tacciono. A poche ore dal lancio online del nuovo sito il Populista.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...