Beppe Giulietti domani al Direttivo della Lombarda: “Il Presidente Fnsi non può stare solo a Roma, deve andare anche un po’ in giro”

image
Beppe Giulietti

Beppe Giulietti parte da Milano. Il presidente del Sindacato dei giornalisti, eletto il 16 dicembre dal Consiglio nazionale della Fnsi, parteciperà domani al Consiglio direttivo dell’Associazione lombarda dei giornalisti, convocato appositamente per incontrarlo. E lo stesso farà venerdì 15 gennaio con il Direttivo di Stampa romana.

Accettando la sua candidatura, Giulietti lo aveva detto: “Vorrei un presidente che, oltre a stare a Roma, andasse un po’ in giro“. Detto, fatto. A nemmeno un mese dalla sua elezione ha iniziato a mettere in atto il suo proposito. E ha scelto di partire dalla più grande Ars italiana.

Il riferimento, nel suo discorso, era alla necessità di avere un’attenzione particolare a “quella che si chiama informazione di confine“. Che non è solo limitata alle regioni tradizionalmente identificate con le aree più a rischio. Tanto che lo stesso Giulietti, tra i colleghi, ha citato anche Ester Castano.

Nel suo intervento del 16 dicembre, Beppe Giulietti ha sottolineato di non rivolgersi “alla sola maggioranza, perché il presidente di un’istituzione parla a tutti e perché il sindacato muore senza dialettica. È l’assenza di confronto che deve preoccuparci”. Aggiungendo che “c’è bisogno di ricostruire tutti insieme una squadra, perché io non credo all’uomo solo al comando”.

Infine, ha rivelato un progetto che gli sta molto a cuore: riscrivere le norme sui doveri dei giornalisti. Perché i diritti di chi fa informazione vanno di pari passo con il diritto dei cittadini a una corretta informazione. “Ho l’ambizione di costruire il futuro“, ha confessato Giulietti. Per poi ricordare che “nel 1993 in questa sala si stese la Carta dei doveri. Fu un momento alto, ed è questo il ruolo che deve avere il presidente. Quella Carta”, ha continuato, “fu il frutto della discussione collettiva di tutti, giornalisti, migliori associazioni, giuristi e teste di questo Paese. È un cammino che possiamo di nuovo percorrere insieme, se costituiremo una squadra“.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...