Prepensionamenti: il costo medio ufficiale a fine 2014 è di 354 mila euro (compreso lo scivolo). Si riapre la partita?

imageÈ solo un passaggio, nelle 57 pagine del bilancio attuariale elaborato dal professor Marco Micocci. Ma basta per riaprire la partita sui prepensionamenti. In base ai dati forniti dall’Inpgi, infatti, l’attuario chiamato dall’Istituto a sostenere la sostenibilità dei conti con la riforma varata dal Cda il 27 luglio scorso (e ora al vaglio dei ministeri vigilanti) certifica anche il costo dei prepensionamenti a fine 2014.

Ebbene: facendo i calcoli in base alle sue cifre, l’importo complessivo risulterebbe di circa 354 mila euro per ognuno dei 386 giornalisti con età media di 62,4 anni che hanno lasciato il lavoro utilizzando le norme dell’articolo 37 della legge 416 del 1981 e che sono ancora a carico del fondo pubblico.

Un numero stranamente molto vicino ai 350 mila euro utilizzati nell’articolo pubblicato su questo sito nello scorso giugno con il titolo Sorpresa! I soldi per i prepensionamenti ci sono. Ecco quello che Inpgi e Fnsi non dicono. E curiosamente lontano dai 467 mila euro apparsi nella replica dell’Istituto e comunicati per mail agli uffici del governo nel giugno 2014, come rivelato dall’Inpgi in una successiva precisazione.

img620La cifra messa nero su bianco dal professor Micocci è quella relativa all’importo medio della pensione di ognuno dei 386 prepensionati a carico dello Stato che risultavano all’Inpgi al 31 dicembre scorso, che è pari a 56.932 euro compreso lo scivolo. Una cifra, in base ai dati forniti dall’Inpgi ed elaborati dall’attuario, al di sotto della media generale di 65,8 mila euro delle pensioni dirette erogate dall’Istituto e di gran lunga inferiore ai trattamenti per anzianità (79,1 mila).

Ma soprattutto ben differente dalla media di 74,4 mila euro delle precedenti pensioni di vecchiaia anticipata, cioè i prepensionamenti avvenuti prima del 2009 e interamente a carico dell’Inpgi, che interessano infatti colleghi che hanno oggi dai 70 anni a oltre 95.

Se si moltiplica dunque l’importo di 56.932 euro certificati dal professor Micocci per i cinque anni e mezzo medi – definiti dall’Inpgi – fino all’età della pensione, al momento ancora fissata a 65 anni, si arriva a poco più di 313 mila euro. A questo importo va però aggiunta la quota di onere per lo scivolo che l’Istituto calcola su un arco temporale di 20 anni. E che costituisce, secondo i calcoli contenuti nella dichiarazione ufficiale dell’Inpgi, un aggravio di circa il 13% del costo per i cinque anni e mezzo di anticipo.

Applicando la percentuale ai 313 mila euro, la cifra finale è esattamente pari a 353.832 euro. Questo almeno per tutti i prepensionamenti autorizzati fino all’intero 2014. Per quelli che sono stati e saranno autorizzati dal gennaio 2015 in poi, la verifica dell’onere effettivo sarà fatta volta per volta, per ogni singolo giornalista.

Per il passato, dovrebbero invece far fede i numeri ufficiali certificati dall’attuario. Cioè un costo medio di 354 mila euro per ogni prepensionato. Il che riporta di attualità la questione dello scorso giugno: sono proprio finiti i soldi per le uscite anticipate in base alla legge 416/81, oppure da qui al 2020 ci sono finanziamenti per molti altri prepensionamenti?

La risposta a questa domanda interessa decine e decine di colleghi. La “lista di attesa” al ministero del Lavoro è arrivata a fine luglio a quota 363 richieste di prepensionamento, per 20 aziende. Di cui peraltro circa la metà (176 giornalisti per dieci società, tra cui 60 solo per l’Ansa) per stati di crisi contrattati e firmati nei primi sei mesi dalla Segreteria Fnsi targata Raffaele Lorusso. La stessa che continua a ripetere, all’unisono con l’Inpgi, che i soldi per i prepensionamenti sono finiti.

Esiste infine l’incognita dell’innalzamento dell’età pensionabile a 66 anni, prevista dalla riforma varata dal cda dell’Istituto, sulla quale i ministeri del Lavoro e dell’Economia devono ancora esprimere il loro parere. Una modifica che aumenterebbe di un anno il peso dei prepensionati a carico di Stato e aziende. E costringerebbe tutti a rifare i conti. Quando, e se, la riforma delle pensioni Inpgi diventerà operativa.

Annunci

Un pensiero su “Prepensionamenti: il costo medio ufficiale a fine 2014 è di 354 mila euro (compreso lo scivolo). Si riapre la partita?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...