L’inchiesta Inpgi-Sopaf? È un tabù. Tutti ne parlano (nei corridoi), pochissimi ne scrivono. E i giornalisti ne escono male. Ecco lo storify

Andrea Camporese
Andrea Camporese

È un vero e proprio tabù, che ha avuto la sua rappresentazione plastica durante la massima assise del giornalisti: il Congresso Fnsi di Chianciano di fine gennaio. Lì quasi nessuno ha osato neppure pronunciarne il nome. Stiamo parlando dell’indagine della Procura milanese sulla presunta truffa all’Inpgi da 7,6 milioni di euro, all’interno dell’inchiesta sul crac della holding di partecipazioni Sopaf della famiglia Magnoni.

Per mesi le notizie su Sopaf e Inpgi hanno trovato pochissimo spazio, con rare eccezioni, su giornali, tv e rete. Giovedì scorso, quando è arrivata la chiusura delle indagini con l’accusa al presidente Andrea Camporese anche di corruzione, in tanti hanno rilanciato la notizia in rete limitandosi però alla sola condivisione degli articoli pubblicati sui siti. Segno che la notizia colpisce e interessa la categoria, che un’idea precisa ce l’ha sul tema, però resta silente. Ma che cosa sarebbe successo se l’inchiesta fosse stata sull’Inps e sul suo presidente Tito Boeri?

IMG_1225
Letizia Mosca

Tutto sembra rispecchiare il vecchio detto: i panni sporchi si lavano in casa. Anche se, in ballo, ci sono anche le nostre pensioni, su cui Camporese e tutto il Cda dell’Inpgi stanno intervenendo pesantemente con una riforma che dovrebbe essere varata nella prossima riunione del 27 luglio, per poi passare al vaglio dei ministeri competenti.

Per dimostrare la “cautela” con cui si muovono i media e pure la rete, Letizia Mosca, consigliere del Direttivo dell’Associazione lombarda dei giornalisti, ha realizzato uno storify (cliccare sul link per leggerlo tutto). Il lavoro è istruttivo e interessante, ma la categoria dei giornalisti, diciamolo, non ci fa per nulla una bella figura.

Annunci

Un pensiero su “L’inchiesta Inpgi-Sopaf? È un tabù. Tutti ne parlano (nei corridoi), pochissimi ne scrivono. E i giornalisti ne escono male. Ecco lo storify

  1. Ci sono vicende che vengono sottaciute (la questione RCS e chi faceva domande era zittito con sufficienza con gli esiti che abbiamo visto. Testate vendute, chiuse. Colleghi senza lavoro. Ma guai a fare domande semplici “ma il sindacato cosa fa?”) ora è il momento di Camporese e Sopaf. Ci andremo di mezzo tutti. Ma tutti girano la testa altrove. Forse c’è lo meritiamo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...