Inchiesta Inpgi-Sopaf, 20 giorni (dal 7 luglio) alle difese per farsi interrogare o presentare dichiarazioni

IMG_1340La parola ora passa alle difese. Che hanno 20 giorni di tempo, a partire dalla data in cui il pm della Procura milanese Gaetano Ruta ha presentato le conclusioni di indagine (il 7 luglio), per presentare memorie, chiedere di essere sentiti o consegnare dichiarazioni.

Lo spiega il collega del Sole 24 Ore, Stefano Elli, in un articolo apparso oggi nell’inserto Plus del quotidiano economico-finanziario sull’inchiesta per il crac della holding di partecipazione Sopaf (nell’immagine a destra).

Una vicenda che è sempre stata anche un affare di famiglia. Dopo il patteggiamento a 3 anni e 10 mesi di Luca e l’avvio il prossimo 14 luglio del processo nei confronti del padre Giorgio, ci sono infatti altri tre Magnoni tra i 14 indagati coinvolti nell’inchiesta. Si tratta dei fratelli di Giorgio, Ruggero e Aldo, e del figlio di quest’ultimo, Andrea.

L’inchiesta riguarda anche le due presunte truffe ai danni di due enti previdenziali, la Cassa dei ragionieri (per 52 milioni) e l’Inpgi (per 7,6 milioni). E tra gli indagati compare anche il presidente dell’Istituto dei giornalisti, Andrea Camporese, per il quale all’ipotesi iniziale di truffa aggravata nei confronti dell’Ente si è ora aggiunta la corruzione.

Annunci

Un pensiero su “Inchiesta Inpgi-Sopaf, 20 giorni (dal 7 luglio) alle difese per farsi interrogare o presentare dichiarazioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...