A PROPOSITO DELLA VICENDA INPGI/SOPAF

Totale fiducia nelle indagini e nel loro esito. Sì alla massima chiarezza su ruoli e atti. No ai tentativi di strumentalizzazioni ai danni dell’Inpgi e del welfare dei giornalisti. Ma nessuna tentazione di mettere bavagli all’informazione e ai colleghi.

Non abbiamo voluto finora – come gruppo che si riconosce nelle liste di Unità Sindacale o come singoli esponenti di organismi di categoria – parlare o commentare pubblicamente la vicenda che, nell’ambito dell’inchiesta sulla Sopaf, ha coinvolto il presidente dell’Inpgi, Andrea Camporese, a cui è stato consegnato un avviso di garanzia per l’ipotesi di truffa aggravata ai danni dell’Istituto. Ritenevamo – e riteniamo ancora – che non potesse essere ridotta a discussione da campagna elettorale. Si tratta invece di qualcosa di molto serio per l’intera categoria, visto che riguarda il nostro Istituto di previdenza, quindi le nostre pensioni e il sistema di welfare dei giornalisti italiani, ammortizzatori sociali compresi, così preziosi e indispensabili soprattutto in questi anni di crisi.

Nessun disinteresse, insomma. Anzi. E neppure calcolo “politico” nel tacere in campagna elettorale. Quello che penso l’ho dichiarato nella sede propria del mio ruolo di vicesegretario della Fnsi, cioè nella riunione di Giunta in cui si è discusso della vicenda. Sono tanti, però, i colleghi che hanno sollecitato, a me personalmente e a Unità Sindacale, di rendere nota la nostra posizione. Soprattutto dopo che altri candidati, di schieramenti e “latitudini” diversi, hanno commentato le notizie su Fb o su propri blog, dopo che componenti sindacali della Fnsi hanno rilasciato propri comunicati, mentre altri ancora hanno annunciato conferenze stampa sul tema.

Poiché le indagini sono in corso, non ho intenzione di entrare nel merito dei fatti e sono fiduciosa che gli inquirenti faranno piena luce su tutto. Ma sono altrettanto convinta, come giornalista e pure come esponente sindacale, che i colleghi devono fare il loro (nostro) mestiere anche e soprattutto quando si tratta di notizie che riguardano la nostra categoria. E credo che nessuno possa anche solo ipotizzare di mettere loro il bavaglio.

Per estrema chiarezza, riporto qui di seguito la dichiarazione che ho fatto mettere agli atti della Giunta federale del 17 novembre scorso. Sapendo che in alcune parti potrebbe essere superata dalle informazioni circolate nei dieci giorni successivi.

DICHIARAZIONE DI DANIELA STIGLIANO – RIUNIONE DI GIUNTA DEL 17 NOVEMBRE 2014

Andrea Camporese ha sempre goduto della mia fiducia. Ho condiviso e ho appoggiato, pur dall’esterno dell’Istituto, la sua nomina a presidente dell’Inpgi nel 2008 e la sua conferma nello stesso ruolo nel 2012.

Ora Andrea è indagato, con l’ipotesi di aver truffato l’ente. Io attendo con piena fiducia l’esito delle indagini e sono certa che la magistratura farà assoluta chiarezza sull’intera vicenda, spero in tempi brevi.

Fonti giornalistiche hanno altresì segnalato che nel 2008 e nel 2009 Camporese avrebbe assunto l’incarico di componente del comitato consultivo di Adenium, società di gestione del risparmio in amministrazione straordinaria dall’aprile 2014, a quel tempo controllata al 100% dalla Sopaf, società che nel 2009 ha venduto quote del Fondo immobiliare pubblico all’Inpgi per 30 milioni di euro. Io ritengo che su questo punto sia necessario chiarire subito se, quando l’Inpgi ha acquistato dalla Sopaf le quote del Fip, il suo presidente sedeva davvero nel comitato consultivo di una società della stessa Sopaf, al di là del fatto che percepisse o meno un compenso per tale incarico. In modo da fugare ogni dubbio o tentativo di strumentalizzazione, nell’interesse dell’Inpgi e delle pensioni dei giornalisti italiani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...